<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
lunedì 18 giugno 2018 | 07:38
 Edizione del 30/01/2012
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Attualità
 Carta sprecata
 Viaggi e Turismo
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





L’orgoglio della fatica
Sessantacinque anni di mestieri si raccontano: l’introduzione del Presidente Enrico Mattinzoli al volume edito dalla Associazione Artigiani di Brescia e provincia

Era il 1975, la sede dell'Associazione Artigiani in Via Vittorio Emanuele, zona difficile, già allora, per parcheggiare. Mentre mio padre mi aspettava in macchina, mi avviavo per la prima volta verso l'Associazione, giusto qualche minuto, ovvero il tempo di salire le scale e ritirare le buste paga. Ma non andò così quella mattina. Quei pochi minuti si trasformarono in una mezz'ora abbondante che segnarono e, al tempo stesso, legarono la mia storia all'Associazione Artigiani.
L'incontro, casuale, con Lino Poisa, fu, pensandoci bene, a quasi quaranta anni di distanza, un evento fortuito, ma probabilmente, come tutti gli accadimenti della vita, predestinato.
Incrociandomi nell'atrio, mi coinvolse subito, chiedendomi chi ero, cosa facevo e se fossi interessato a partecipare alla vita associativa (cosa che a ventuno anni era lontanissima dai miei interessi) e, dopo una chiacchierata, me ne andai con la promessa che ci saremmo rivisti. Fu così che conobbi Poisa e ne rimasi affascinato.
Iniziai a frequentare l'Associazione Artigiani unicamente come fruitore di servizi, senza però dedicarmi alla vita associativa come avrei fatto in seguito dal 1988 quando, diventato delegato per la zona del Garda, organizzai il mio primo convegno con l'allora Presidente del Consiglio Giovanni Goria e Bruno Tabacci.
È nel 1992 che, dopo un decennio di presidenza dell'Ing. Mario Albini, vengono rinnovati il Consiglio Provinciale, la Giunta Esecutiva e ho l'onore di essere eletto alla presidenza della prima Associazione degli Artigiani Bresciani.
Inizia così un lungo cammino attraverso il quale, allo sviluppo e il rilancio dell'Associazione, si affianca, cresce e si rafforza, l'amicizia con Lino Poisa in una frequentazione che diviene quotidiana e dalla quale dipende la mia formazione associativa.
È stato facile in questi anni sviluppare progetti e realizzare sogni, con persone che lo stesso Poisa aveva portato giovanissimi nell'Organizzazione e che con lui sono cresciuti e con me "invecchiati". È a Paolo Gerardini, Pilade Martinetti, Francesco Gabrielli, Paolo e Gabriele Carrera, Rosa Bresciani e Dino Comparini che va il mio primo grazie a nome degli Artigiani.
Non posso dimenticare i colleghi della prima ora, l'Ing. Mario Albini, Lino Lumini, Norberro Ghisi, Egidio Ramazzini, Giuseppe Losio, il compianto Silvano Gozio e quelli che con me ancora condividono questa esperienza come Alberto Vidali e Bortolo Agliardi, oltre a tanti altri che, nella Giunta Esecutiva, nel Consiglio Provinciale, nelle società partecipate, negli Enti e in altri organismi, hanno lavorato e lavorano nel rappresentare, per conto dell'Associazione Artigiani, la Categoria. A tutti loro va il grazie degli artigiani dell'Associazione.
Voglio anche ricordare momenti, avvenimenti e persone che per sempre rimarranno impresse nella mia memoria.
Incominciando dall'impegno profuso e alla sofferenza condivisa con tante aziende artigiane del nostro territorio nei fallimenti Franchi Armi, Baribbi, Italcase.
La solidarietà dimostrata dagli Artigiani dell’Associazione nell'alluvione del Piemonte del 1994, la tragedia di Bovezzo nel 2000, il terremoto di Salò nel 2004 e l'alluvione di Vicenza del 2010.
Il lavoro svolto a fianco di Beppe Nava in un'altra delle innumerevoli e geniali "invenzioni" di Lino Poisa che è stata la Scuola Bottega.
Lo sviluppo del nostro Confidi (altra intuizione dell'amico Lino, costituito nel 1974 con presidente l'Ing. Giovanni Mario Venturelli), ovvero oggi il terzo Intermediario Finanziario in Italia autorizzato da Banca d'Italia.
Non di meno l'impegno finanziario degli investimenti immobiliari della nuova sede e degli uffici periferici che hanno da un lato accresciuto il patrimonio dell'Associazione e, cosa più importante, offerto spazi più funzionali all'attività associativa.
Il mio pensiero va, inoltre, ad alcune persone di cui conservo un ricordo particolare: il Prefetto Antonio Di Giovine al quale mi ha legato una profonda stima oltre che un'amicizia personale e il Prefetto Anna Maria Cancellieri, due persone di straordinaria intelligenza e umanità che hanno segnato la storia della nostra provincia.
Infine, persone con le quali ho condiviso parte del mio percorso associativo e ai quali mi lega una profonda stima. I presidenti AIB, Eugenio Bodini e Aldo Bonomi, i presidenti di Confartigianato Andrea Bonetti e di CNA Mimma Ferraboli, "il direttore dei direttori" Salvatore D'Erasmo, oltre che il Segretario della Camera del Lavoro Dino Greco.
Per finire, mi piace ricordare giornalisti ai quali l’Associazione Artigiani deve molto non tanto per lo spazio che hanno saputo e voluto dedicarci, ma per essere stati un riferimento importante: l'ex direttore del Giornale di Brescia G. Battista Lanzani, il compianto ex direttore di Teletutto Fulvio Manzoni e il giornalista Franco Piovani, amici e professionisti di qualità.
Sono certo, e me ne scuso da subito, che tanti altri andrebbero citati e ringraziati ma per ragioni di sintesi mi limito a questi.

Dott. Enrico Mattinzoli




VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca