<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
giovedì 20 gennaio 2022 | 14:26
 Edizione del 21/09/2015
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Speciale ''CACCIA''
 Gocce di storia
 Speciale "SETTEMBRE INZINESE"
 Armando Dolcini
 Associazione Artigiani
 Radio Vera
 Attualità
 Carta sprecata
 Sport
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





CHI IGNORA LE PROPRIE ORIGINI PERDE LA PROPRIA IDENTITÀ
Apertura ufficiale della nuova stagione venatoria tra passione cultura, tradizioni e battaglie ancora da proseguire
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



CHI IGNORA LE PROPRIE ORIGINI PERDE LA PROPRIA IDENTITÀ
( VERSIONE TESTUALE )

Dopo aver letto diversi comunicati delle Associazioni Venatorie che invitano alla prudenza i cacciatori, Acr Onlus coglie l’occasione dell’apertura ufficiale della stagione venatoria per promuovere alcune idee operative legate ai reali bisogni e diritti dei cacciatori e del mondo rurale.
L’abbraccio simbolico lo estendiamo a tutti gli amanti dell’attività venatoria tuttavia non possiamo rimanere indifferenti rispetto alla difficile situazione che sta attanagliando il mondo venatorio, soprattutto per quanto concerne le cacce tradizionali (deroghe e impianti di cattura) e lo spiedo.

Acr Onlus prosegue sul territorio la promozione e la condivisione del progetto operativo che mira ad entrare in contatto con la popolazione per far emergere quanto le forme tradizionali di caccia e usi dei nostri territori siano un valore aggiunto anche per la collettività, per troppo tempo il mondo venatorio ha tirato la giacchetta al politico di turno (per ottenere qualche risultato a breve termine) senza investire le risorse necessarie per far comprendere all’opinione come le nostre consuetudini venatorie non siano un problema ma una risorsa sociale, ambientale ed economica.

Per quanto concerne la caccia in deroga, ovviamente non entriamo nei dettagli tecnici sulla fattibilità del percorso da sostenere, alcune criticità andrebbero affrontate con le Associazioni venatorie e le istituzioni ai vari livelli per smontare quei preconcetti troppo spesso utilizzati per screditare questa storica e sostenibile forme di caccia, ecco alcuni esempi : (continua)


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca