<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
lunedì 16 dicembre 2019 | 08:26
 Edizione del 16/12/2016
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 Associazione Artigiani
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Gocce di storia
 Armando Dolcini
 CareDent
 Carta sprecata
 Spettacoli
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





Insieme per il futuro
A Tavernole con la minoranza consiliare in Consiglio comunale composta da Andrea Porteri (ex-Sindaco) Massimiliano Gagliandi (Capogruppo) e Valeria Ganzola
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



Insieme per il futuro
( VERSIONE TESTUALE )

- Siamo giunti a fine anno ed è tempo di bilanci…
Già, è davvero tempo di bilanci, soprattutto per quella che noi definiamo “la NON amministrazione Ferri”. Siamo praticamente a metà mandato ed il bilancio che noi ne traiamo lo possiamo senza esagerare definire “inquietante”.

- Vocabolo forte per definire il bilancio di un’amministrazione…
Non potremmo utilizzare una parola più adeguata. Già dal suo insediamento capimmo subito che questa amministrazione sarebbe partita col piede sbagliato. Fummo subito accusati, addirittura nel discorso iniziale, dove solitamente i toni sono sempre “istituzionali”, di aver lasciato debiti mettendo in difficoltà i nuovi eletti. Mai era accaduto un comportamento del genere.
Via via poi, abbiamo assistito a scelte davvero sconcertanti: l’assoluto sperpero delle risorse che erano state recuperate dalla precedente amministrazione in spese decisamente inutili ed errate, l’incremento dell’indebitamento del Comune con apertura di nuovi prestiti e mutui che verranno coperti in un arco temporale di addirittura trent’anni lasciando un pesante fardello sulle spalle dei cittadini. Aprire nuovi debiti per coprirne altri è il classico segnale dell’assoluta incapacità di gestione amministrativo-finanziaria.

- Con sperpero di risorse a cosa vi riferite?
L’Amministrazione precedente con lungimiranza aveva recuperato risorse da più parti: enti sovracomunali e bandi di vario genere.
Inoltre, aveva fortemente voluto e dato il via alla nascita dell’attuale Unione dei Comuni alla quale partecipano anche Collio e Marmentino: ciò ha permesso il recupero di ulteriori risorse da destinare poi, ad esempio, a migliorie in ambito urbanistico.
Se guardiamo a quest’ultimo esempio, tale denaro (ricordiamo 200 mila Euro) è stato utilizzato in spese che nulla hanno a che fare con l’urbanistica pubblica (se non sporadiche e di poca entità), ma addirittura per finanziare realizzazioni che osiamo definire grottesche, quali ad esempio un telone “provvisorio” atto a coprire uno scempio paesaggistico causato da una mancata ristrutturazione di uno stabile privato, asfaltature di strade consorziali e non certamente pubbliche…
Anche recentemente si è aderito ad un progetto di ammodernamento dell’illuminazione pubblica (da noi già da tempo auspicato) senza però poter utilizzare risorse disponibili proprio perché già irresponsabilmente consumate. Il risultato è un indebitamento per ulteriori 15 anni per il Comune cosa che in parte poteva venire ammortizzata.
Ci si permetta di dire che abbiamo avuto la netta sensazione che il denaro ricevuto sia stato in qualche modo utilizzato per pagare delle autentiche “cambiali elettorali”. Altra definizione sinceramente non riusciamo a trovarla.

- Quindi voi accusate questa amministrazione di incapacità di gestione?
Assolutamente sì. Come altro possiamo definirla? Ma non solo. Quello che manca è una seria programmazione gestionale perché siamo in presenza di una assoluta incapacità di muoversi in ambito politico-amministrativo. Un esempio? Il Sindaco Ferri, peraltro assessore al bilancio del Comune, in Comunità Montana riveste la carica di Assessore all’Agricoltura.
Ebbene, recentemente si è persa la possibilità di ricevere ben 6 milioni e mezzo di euro a causa di una leggerezza burocratica su progetti legati al “GAL Golem” per la valorizzazione del territorio. Crediamo davvero di essere alla presenza dell’assoluta poca competenza e mancanza di capacità amministrativo-politica. Un maggior zelo nel seguire le pratiche avrebbe forse trasformato l’esito in maniera differente.
Fino ad ora non un singolo euro proviene da risorse reperite da Ferri e dalla sua amministrazione: tutto fino ad ora riguarda denaro e risorse recuperate dall’amministrazione precedente. Metà mandato praticamente vissuto di rendita grazie a tali risorse. Peccato però che esse siano state letteralmente sperperate.

- Veniamo a voi o meglio ai rapporti conflittuali e di forte frizione avvenuti anche nell’ultimo periodo: cosa avete da dire a proposito?!
Abbiamo sempre affermato che maggioranza e minoranza debbano esistere in quello che viene naturalmente definito come il logico gioco delle parti. Questo però deve tradursi in contrapposizioni che alla base devono avere una cosa: il rispetto reciproco. Ebbene in questa prima metà di mandato si è verificato con continuità un comportamento di ostilità nei nostri confronti: fin da subito e soprattutto utilizzando anche l’arma dell’assoluta indifferenza. Sono addirittura arrivati a forme di intimidazione politica di basso livello che preferiamo non citare in questa sede.
Più volte abbiamo chiesto un comportamento di rispetto della funzione democratica della minoranza consiliare ma ciò non è mai avvenuto. Abbiamo solo rilevato riluttanza, indifferenza, assoluta mancanza di considerazione alle nostre legittime richieste di delucidazioni e mancanza di risposte a interrogazioni ufficiali. Ci siamo dovuti addirittura rivolgere agli enti competenti quali ad esempio la Prefettura per richiamare all’ordine il Sindaco.
Nulla è cambiato però. Anzi.


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca