<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
venerdì 20 aprile 2018 | 04:39
 Edizione del 19/03/2018
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 Armando Dolcini
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Associazione Artigiani
 Gocce di storia
 MISS & MISTER VALTROMPIA 2017
 Attualità
 Carta sprecata
 Spettacoli
 Viaggi e Turismo
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





Il credito in rosa
Sul totale delle richieste di finanziamento il 20% proviene dalle imprese bresciane a conduzione femminile
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



Il credito in rosa
( VERSIONE TESTUALE )

Questo è il dato che emerge dall’analisi dell’operatività dello scorso anno di Artfidi Lombardia il Confidi dell’Associazione Artigiani di via Cefalonia n° 66 a Brescia. I finanziamenti alle imprese a conduzione femminile sono una corposa realtà, che attesta la dinamicità di queste imprese e, al contempo, la disponibilità e l’attenzione di Artfidi Lombardia, che ha al proprio attivo oltre 25 mila imprese associate di cui oltre 17 mila in provincia di Brescia. “Le imprese che sono condotte dalle donne – afferma Battista Mostarda Presidente di Artfidi - come è noto, hanno spesso, a causa dei condizionamenti culturali e sociali, una maggiore difficoltà, sia nella fase di start up, sia nella fase dello sviluppo successivo”. E questo è un dato che viene reso evidente e suffragato dalle rilevazioni di Artfidi Lombardia che vede le imprese femminili chiedere, lo scorso anno, finanziamenti in ragione del 20 per cento del totale delle richieste. Mentre negli scorsi anni sul totale delle richieste era pari al 18 per cento quello delle imprese al femminile. “Se il dato può essere letto – sottolinea Mostarda - come indice di una maggiore necessità di assistenza da parte del Consorzio fidi e, di conseguenza, di un’attenzione particolare di Artfidi Lombardia nei confronti dell’imprenditoria femminile, tuttavia può anche essere interpretato, se lo si va ad analizzare più a fondo e per tipologie di finanziamento richiesto, come un indice di una maggiore difficoltà delle imprese in rosa in questo particolare momento economico”.
Artfidi Lombardia è oggi presente a Brescia, Milano, Seveso, Crema, Bergamo, Lodi e Varese ed è il primo confidi della Lombardia ad essere classificato intermediario finanziario. Dati interessanti, quelli di Artfidi Lombardia, che dimostrano come l’azione dei Consorzi fidi, quando bene orientata e mirata, sia in grado di dare un sostanziale contributo all’avvio e alla crescita anche ai quei settori imprenditoriali, come quello femminile, che hanno sofferto e soffrono di maggiori difficoltà a causa dei condizionamenti.


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca