<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
domenica 23 febbraio 2020 | 13:52
 Edizione del 09/07/2019
 
 Prima pagina
 Miss Valtrompia
 Valtrompia
 Cooperativa l'aquilone
 QUEL CHE I GARDONESI NON POTRANNO VEDERE
 ASSOCIAZIONE TENNIS GARDONE V.T.
 IL GIORNALE DI LUMEZZANE
 Armando Dolcini
 Speciale ''CACCIA''
 Associazione Artigiani
 Speciale "CACCIA"
 Speciale "SETTEMBRE INZINESE"
 CareDent
 Attualità
 Carta sprecata
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





Bistrot de Gardù
Tabaccheria & caffetteria
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



Bistrot de Gardù
( VERSIONE TESTUALE )

Il suono della sirena, mi fece sobbalzare, fortunatamente la prontezza di riflessi, evitò il peggio.
Il proprietario del Bistrot mi osservava con circospezione, dopo alcuni istanti di silenzio esclamò: «Va tutto bene gnaro?».
«Si perché?».
«Mi sembri un tantino nervoso!»
«In un certo senso è così, non sono abituato a sentire determinati suoni, mi mettono in uno stato di agitazione non indifferente».
«Non ce da preoccuparsi, qui è normale… normale amministrazione».
«Capisco…vorrà dire che cercherò di abituarmi…posso avere un caffè per cortesia?»
«Provvedo subito»
Intanto fuori dal locale, si era creata una piccola folla, non feci caso a cosa stava succedendo, continuai a bere il mio ottimo caffè, ignaro di cosa accadeva, una seconda sirena sfrecciò a tutta velocità. Questa volta andai a vedere, la folla che si era creata, era impressionante, tra tante difficoltà, riuscì ad avvicinarmi il piu possibile.
Il corpo di un giovane ragazzo, stava lì immobile, occhi sbarrati, il sangue gli usciva dalla testa, andando a coprire quasi tutto il volto.
«Povero ragazzo, cosi giovane…che brutta fine, morire in quel modo orrendo, una vita spezzata negli anni migliori».
Per Roland, la scena appena vista si rivelò molto forte, era la prima volta che assisteva ad una cosa del genere.
Affretto il passo, prima si sarebbe allontanato e prima avrebbe dimenticato, ma secondo la sua previsione, sarebbe stato molto difficile, tutto quel sangue, quello sguardo perso nel vuoto, avrebbero inciso notevolmente. Roland, ritorno al Bistrot, le lacrime
incominciarono ad uscire prepotentemente senza controllo. (Michele)


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca