<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
mercoledì 27 maggio 2020 | 17:56
 Edizione del 18/02/2020
 
 Prima pagina
 Caccia Tradizioni Territorio
 S.S. Faustino e Giovita
 Armando Dolcini
 Associazione Artigiani
 HIT Show di Vicenza
 Associazione Culturale ''Il Bertoldo''
 A.C.L. Lumezzane
 Attualità
 Carta sprecata
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





A.C.L. Lumezzane a Bruxelles per la caccia: sempre in prima linea
L'ASSOCIAZIONE CACCIATORI LOMBAERDI (A.C.L.) è un'associazione venatoria su base regionale, da sempre in prima linea nella lotta per la difesa dei diritti di ogni libero cacciatore; sin dalla nascita è impegnata su molteplici questioni, prima fra tutte quella del recupero delle orme di caccia in deroga, Peppole, Fringuelli Passeri e Stormi, di vitale importanza per il mondo venatorio Bresciano e Lumezzanese
Leggi l'articolo completo in forma testuale ( clicca qui )



A.C.L. Lumezzane a Bruxelles per la caccia: sempre in prima linea
( VERSIONE TESTUALE )

E’ l’unica associazione venatoria a non annoverare tra i propri iscritti Guardie venatorie volontarie, ritenendo i cacciatori già sufficientemente sottoposti a controlli, che come già più volte abbiamo denunciato, anche in maniera sproporzionata e alcune volte con metodi contrari ai principi fondamentali dettati dalla nostra Costituzione

· propone la depenalizzazione dei reati legati alla caccia, distinguendo e condannando fermamente qualsiasi atto di vero bracconaggio.

· si impegna nella difesa dell’ambiente e per una corretta fruizione delle risorse faunistico-ambientali.

· è per la difesa delle tradizioni rurali legate al mondo della caccia ( fiere, esposizioni ornitologiche, spiedo, ecc..)

· è per la difesa di tutti quei valori legati al mondo agricolo, della pesca, della raccolta funghi, dei tartufi, e di tutte le attività legate alla giusta fruizione del territorio.

· difendendo la caccia partecipa alla tutela dei lavoratori, negozianti, artigiani, ecc. Impiegati nel settore armiero-venatorio ed indotto, dove la provincia di Brescia ricopre un ruolo di primissimo piano a livello mondiale.

· è per la rivalutazione storica del ruolo del Cacciatore, che è stato da sempre una figura caratteristica della società contadina e montana del nostro paese, e a cui spesso si sono ispirati grandi artisti.


Proprio da questi principi fondamentali della nostra realtà è nato l’impegno che ci ha visti protagonisti in questi vent’anni di attività, da sempre siamo stimolati ad andare avanti nella convinzione che ci siano ancora enormi opportunità e possibilità, infatti, per noi è ancora attualissima la battaglia per la caccia in deroga, riteniamo che l’elenco si debba estendere (con prelievi ragionevoli) a tutte quelle specie (fringillidi e non) le cui popolazioni risultino essere numericamente consistenti e quindi non in pericolo d’estinzione.

Siamo da tempo operativi nella tutela delle cacce tradizionali e per la difesa e pari dignità di ogni attività Venatoria, da sempre auspichiamo l’abolizione dei vincoli territoriali per la sola caccia alla selvaggina migratoria (libero accesso su tutto il territorio nazionale), senza versare ulteriori quote, ma soprattutto ci impegniamo affinché il “capannista” possa tornare ad essere rispettato poiché è cittadino onesto e dalla fedina penale “pulita”.

Purtroppo ultimamente i controlli effettuati dagli organi di vigilanza venatoria sono indirizzati esclusivamente a una visione repressiva, tralasciando completamente la visione preventiva ed educativa; anche gli organi di stampa locali di certo non aiutano, infatti alcune importanti testate giornalistiche tendono sempre ad attaccare, vessare e demonizzare tutta la categoria dei seguaci di Diana.

Condannando sempre ogni tipo di illecito, non accettiamo che in maniera sistematica degli onesti cittadini, e alle volte intere comunità, vengano categorizzati esponendoli al pubblico ludibrio.


Lo scorso dicembre 2019 la nostra delegazione Lumezzanese è stata ospitata dall’On. Pietro Fiocchi (FDI) presso il parlamento Europeo di Bruxelles, questa è stata un’occasione per capire il complesso funzionamento della macchina istituzionale e fare un punto della situazione sul fronte europeo riguardo alle politiche Venatorie; maggiore focus è stato dedicato ad una tematica estremamente importante come la proposta di bando delle classiche munizioni al piombo: proprio in questo periodo infatti l’ECHA (agenzia dell’unione Europea per la regolamentazione delle sostanze chimiche) ha proposto una consultazione pubblica per valutare le possibilità di imporre il divieto di munizioni al piombo su terreni acquitrinosi con relativi studi specifici sull’impatto ambientale (anche piombi da pesca), una restrizione che se venisse portata avanti avrebbe drastici riscontri per tutti i cacciatori dotati di armi non recentissime e quindi non in grado di utilizzare munizioni in acciaio.

A.C.L., insieme all’On. Fiocchi, si è tempestivamente mobilitata affinché il sondaggio on-line portasse la grande contrarietà unanime del mondo della caccia delle pesca e tiro al volo; un grandissimo numero di utenti ha aderito all’iniziativa e ora si dovrà certamente tenere conto delle impressioni negative, risultato della consultazione. Staremo a vedere nei prossimi mesi come si evolverà la questione, monitorando costantemente gli sviluppi, con la volontà di proseguire nella continua difesa dell’attività venatoria.

Siate orgogliosi di essere cacciatori. Sempre! Siate fieri di appartenere a quella categoria di cittadini onesti a cui una parte della società civile, perché non conosce la materia o volutamente la ignora, è ostile con ogni mezzo e in ogni occasione

Nicolò Bresciani


Per info tesseramenti e corsi abilitazione venatoria: NICOLÒ BRESCIANI 329 9769362


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca