<div style="background-color: none transparent;"><a href="http://www.agenparl.it" title="Agenparl News Widget">Agenparl News Widget</a></div>
giovedì 18 ottobre 2018 | 04:46
 Nr.11 del 24/05/2010
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Speciale ASSOENOLOGI
 Speciale AUTORIPARAZIONI
 Attualità
 Carta sprecata
 Sport
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Informazioni
 Contattaci
 Home page








DIRETTORE RESPONSABILE
Piero Gasparini
e-mail: direzione


REDAZIONE:
e-mail: redazione
Via San Carlo,5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473


SEGRETERIA:
e-mail: segreteria


GRAFICA:
ACV – AGENZIA GIORNALISTICA E PUBBLICITARIA
e-mail: grafica




PUBBLICITÀ:
La raccolta è affidata alla ACVPG
Via San Carlo, 5
Gardone V.T. (BS)
Tel/Fax 030 8913473 –
E-mail: ACVPG





In cattedra
All’Ubr di Gussago, l’eccellenza artigiana sale in cattedra


   Alberto Vidali (a dx) con Enrico Mattinzoli


Anche l’università riconosce e anzi si appoggia alla professionalità e alla competenza di alcune piccole aziende bresciane per dare qualcosa in più ai propri studenti.
Si è trasformata in una lezione in azienda, direttamente a contatto con le macchine transfer e il personale che ogni giorno ci lavora e le sviluppa la collaborazione tra la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia e la Ubr di Gussago, l’impresa di cui è titolare, insieme all’ingegner Emanuele Borghetti, il vicepresidente dell’Associazione Artigiani Alberto Vidali.
Nei giorni scorsi un gruppo di ragazzi al primo anno della laurea specialistica in ingegneria meccanica ha raggiunto la sede dell’Ubr per una giornata in azienda. Dopo una serie di interventi teorici dei vertici dell’azienda che hanno illustrato quanto avviene all’Ubr e in cosa si sostanzi l’eccellenza che rappresenta nel settore, i ragazzi hanno potuto misurarsi con le più moderne macchine transfer e con l’utensileria che grazie a queste viene lavorata. Tra i punti di forza dell’Ubr infatti quello di saper essere anello di congiunzione tra chi produce le macchine e chi necessità dell’utensileria, sviluppando tecniche di lavorazione d’avanguardia.
Con i ragazzi anche il professor Luca Giorleo, docente ad ingegneria, che ha spiegato come “per l’Università la collaborazione e la disponibilità delle aziende del territorio in un campo così particolare è decisiva. Grazie, infatti, a giornate come questa possiamo mettere i nostri studenti a contatto diretto con le realtà di cui ci occupiamo ogni giorno in aula e che per loro potrebbero rappresentare un importante sbocco professionale”. Per il docente poi “in azienda si possono vedere processi e lavorazioni indispensabili per completare la preparazione degli studenti”.
Brescia è un polo di assoluta eccellenza nel campo delle macchine transfer, “la gran parte della produzione mondiale ruota attorno alla nostra città – ha concluso il docente – ed è per questo che la nostra Università si è attivata per formare il personale di domani di questo settore. Un percorso che non può prescindere dalla collaborazione con le aziende del territorio”.
Il vicepresidente dell’Associazione Artigiani, Alberto Vidali, nell’accogliere i futuri ingegneri in azienda ha sottolineato come “la nostra categoria sia sempre molto attenta ai temi della formazione con un costante impegno per la qualificazione professionali di chi è già nelle imprese e di chi vorrà entrarci in futuro”. Parlando poi come titolare dell’Ubr ha spiegato la scelta di ospitare i ragazzi: “Siamo una realtà consolidata e di livello nel settore e ci sembra doveroso, verso l’università e verso questi ragazzi che rappresentano anche il nostro futuro, mettere a loro disposizione l’esperienza che abbiamo maturato e condividere alcuni dei progetti che stiamo sviluppando”.
Dai docenti e dagli artigiani a fine giornata il parere è comune: “Un’esperienza positiva che può segnare il sentiero per una collaborazione ancora più stretta in futuro”.


VALTROMPIASET certificata al Tribunale Ordinario di Brescia n° 41/2006 del 23/11/2006  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca